Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Saipem: nuovi contratti da Eni e Gazprom per 370 milioni di dollari
01/09/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Prosegue la scia positiva di Saipem che ieri ha annunciato nuove commesse per 370 milioni di dollari. La società ha reso noto di aver acquisito da Eni Angola ulteriori ordini relativi al progetto West Hub Development, che vanno ad aggiungersi a quelli già conquistati nel 2016 e nel 2017. Sempre da Eni, inoltre, Saipem ha ottenuto, nell’ambito delle attività di maintenance, modifications e operations (Mmo) che fanno sempre capo alla divisione E&C Offshore, un’latra commessa che prevede l’ingegneria, il procurement e la costruzione delle infrastrutture necessaria ad aumentare la capacità delle stazioni di gas situate presso i porti di Takaradi e Tema nello Stato africano. L’ultimo contratto riguarda il progetto di raddoppio del Nord Stream: la società guidata da Stefano Cao dovrà realizzare l’ultimo tratto della pipeline che attraversa il Mar Baltico e del suo approdo a terra a Greinswald in Germania. Con i nuovi conttratti incassati ieri, Saipem porta dunque a 3,8 miliardi il totale degli ordii conquistati negli ultimi due mesi, superando di fatto il traguardo che Cao aveva annunciato agli analisti in occasione della diffusione dei risultati semestrali.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Celestina Dominelli (pag. 26)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Intervista a Fatih Birol: "Petrolio, giusto riunire il G20, se crolla il settore per danni per tutti"

Produttori e consumatori di petrolio allo stesso tavolo per evitare “nell’interesse di tutti il tracolo del settore”
[leggi tutto…]

Gazprom, in gennaio-febbraio export gas -24,6%

Nei primi due mesi del 2020 il colosso russo di Stato Gazprom, monopolista delle esportazioni di gas russo via tubo, ha registrato una flessione su anno dell'export del 24,6%
[leggi tutto…]

Energia, tlc, logistica. La riscossa italiana può iniziare dalle reti

Le reti sono state le grandi protagoniste di questa prima fase di emergenza, dimostrando una notevole “resilienza”
[leggi tutto…]