Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Saipem, in fondo al tunnel c’è un futuro “verde” e “blu”
19/03/2018 - Pubblicato in news nazionali

Saipem punta ad un futuro verde e blu. Tinte che nel mondo dell’energia rappresentano le magnifiche prospettive di crescita delle rinnovabili e del metano, fonti che attireranno centinaia di miliardi di investimenti in tutto il globo e che la società di ingegneria guidata da Stefano Cao spera far diventare al più presto un pezzo importante del core business, per trasformare e consolidare un conto economico che nel 2017 non mostra di essersi pienamente affrancato delle difficoltà industriali e legali del periodo 2013-2016. È dagli idrocarburi tradizionali, fronte gas, che dovrebbero arrivare le notizie migliori e più consistenti per il fatturato. Il primo fronte è quello delle installazioni on shore, come i metanodotti, che Cao predilige perché “la costruzione di impianti a terra è quella più anticiclica, meno condizionata dall’andamento degli investimenti delle compagnie petrolifere”, anche se non privo di rischi, come i ritardi sul Tap, proprio in Italia, dimostra.

Fonte: La Repubblica, Affari e finanza – Luca Iezzi (pag. 20)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Forniture gas, la Polonia vince l’arbitrato con la Russia

Al termine di una disputa legale durata cinque anni, il Tribunale arbitrale di Stoccolma ha accolto le tesi della polacca Pgnig, che nel 2015 aveva presentato ricorso contro Gazprom per i termini di prezzo del contratto di fornitura gas di lungo-termine f
[leggi tutto…]

Idrogeno verde, per la competitività servono 150 mld $ in 10 anni

L'idrogeno verde, prodotto per elettrolisi dall'acqua attraverso elettricità da fonte rinnovabile, è una strada promettente, ma per renderlo economicamente sostenibile – con un costo di un dollaro al kg – servono incent
[leggi tutto…]

Snam, dal Golfo alla Cina

Due anni fa Snam si è aggiudicata la gara per la privatizzazione di Desfa, la società dei gasdotti in Grecia
[leggi tutto…]