Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Per Saipem contratto in Oman da 800 milioni
05/08/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Il progetto della raffineria di Duqm è stato suddiviso in tre pacchetti. Il primo include le unità di processo della raffineria, dove sarà sviluppata la tecnologia che sta dietro l’impianto. Il secondo consiste nelle infrastrutture e negli impianti necessari a supportare le attività della raffineria. Mentre il terzo pacchetto, quello che sarà assegnato a Saipem a stretto giro, comprende il terminale di esportazione del port di Duqm, i serbatoi di stoccaggio a Ras Marzak e gli 80 chilometri di tubo di collegamento tra i serbatoi e l’impianto di raffinazione. Il primo tassello vedrà scendere in campo la joint venture costitutiva da Tecnicas Reunidas e Daewoo Engineering& Construction, mentre il pacchetto 2 è stato aggiudicato all’asse tra Petrofac e Samsung Engineering. La commessa in Oman rientra tra le nuove iniziative commerciali che, secondo quanto aveva spiegato l’ad Cao a valle della presentazione dei risultati semestrali, sarebbero andate a rafforzare nel breve periodo il portafoglio della società. Che nei giorni scorsi si è aggiudicato anche nuovi lavori per 900 milioni nell’ambito del progetto di sviluppo di Zohr in Egitto. L’azienda e una delegazione dei rappresentati dei lavoratori Saipem dei paesi dello Spazio economico europeo in cui è presente, hanno approvato la creazione del comitato aziendale europeo del gruppo, staccandosi, anche su questo fronte, dall’ex casa madre Eni.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e Mercati – Celestina Dominelli (pag. 21)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]

Sanzioni Usa e caso Navalny, Nord Stream 2 torna nel mirino

Doppio attacco al Cremlino, nel pomeriggio di ieri. Il primo è partito dalla Casa Bianca nelle ultimissime ore dell’amministrazione Trump, che ha sganciato il suo siluro finale sul Nord Stream 2
[leggi tutto…]