Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Per Saipem contratto in Oman da 800 milioni
05/08/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Il progetto della raffineria di Duqm è stato suddiviso in tre pacchetti. Il primo include le unità di processo della raffineria, dove sarà sviluppata la tecnologia che sta dietro l’impianto. Il secondo consiste nelle infrastrutture e negli impianti necessari a supportare le attività della raffineria. Mentre il terzo pacchetto, quello che sarà assegnato a Saipem a stretto giro, comprende il terminale di esportazione del port di Duqm, i serbatoi di stoccaggio a Ras Marzak e gli 80 chilometri di tubo di collegamento tra i serbatoi e l’impianto di raffinazione. Il primo tassello vedrà scendere in campo la joint venture costitutiva da Tecnicas Reunidas e Daewoo Engineering& Construction, mentre il pacchetto 2 è stato aggiudicato all’asse tra Petrofac e Samsung Engineering. La commessa in Oman rientra tra le nuove iniziative commerciali che, secondo quanto aveva spiegato l’ad Cao a valle della presentazione dei risultati semestrali, sarebbero andate a rafforzare nel breve periodo il portafoglio della società. Che nei giorni scorsi si è aggiudicato anche nuovi lavori per 900 milioni nell’ambito del progetto di sviluppo di Zohr in Egitto. L’azienda e una delegazione dei rappresentati dei lavoratori Saipem dei paesi dello Spazio economico europeo in cui è presente, hanno approvato la creazione del comitato aziendale europeo del gruppo, staccandosi, anche su questo fronte, dall’ex casa madre Eni.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e Mercati – Celestina Dominelli (pag. 21)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]