Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Sad e gas per usi industriali, supplemento di istruttoria
31/07/2020 - Pubblicato in news nazionali

La Commissione interministeriale per lo studio e l’elaborazione di proposte per la transizione ecologica e per la riduzione dei sussidi ambientalmente dannosi (Sad) ha formulato alcune proposte normative volte a rimodulare sette Sad previsti nel relativo Catalogo 2018. A riferirlo il viceministro dello Sviluppo economico Buffagni rispondendo ieri in X Camera a un’interrogazione di Moretto (IV). Su queste proposte, ha aggiunto il rappresentante del Governo, “è tutt'ora in corso un'approfondita istruttoria e una valutazione di impatto ambientale ed economico, si vogliono altresì acquisire i rilievi e le osservazioni della società civile, delle imprese e, più in generale, di tutti quegli stakeholders che sono destinatari delle misure o semplicemente nutrono interesse per il settore e/o la tipologia di intervento”. L’obiettivo della Commissione sui Sad è, ha affermato il viceministro, è “convertire” i sussidi ambientalmente dannosi, presenti nel Catalogo, in sussidi ambientalmente favorevoli (cosiddetti Saf). La finalità ultima di questo processo, “consiste nel riorientare le risorse già attribuite ad uno specifico settore verso soluzioni ‘green’ ovvero ambientalmente sostenibili e virtuose, senza incidere sui soggetti e sulle categorie attualmente percettori delle agevolazioni”. Sempre rispondendo all’interrogazione di Moretto, Buffagni ha ricordato che per i gasivori sono state avviate due misure: una di carattere nazionale e l’altra in corso di notifica alla Commissione Ue. Si tratta dell’interrompibilità gas e dell’attuazione dell’articolo 21 della Legge europea 167/2017 sulle agevolazioni sugli oneri parafiscali per i gasivori, di cui si era parlato a fine giugno nell’incontro tra il ministro Patuanelli e il delegato Energia di Confiundustria, Regina.

Fonte: Quotidiano Energia

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Sussidi ambientali, fra tagli e retromarce tutte le voci sotto tiro

In queste settimane il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato di voler rincarare l’accisa del gasolio per modificare il prezzo e rendere il diesel più costoso della benzina, perché ritenuto un sussidio dannoso per l&
[leggi tutto…]

Industria ceramica in allarme: <<Arrivano costi folli per la CO2>>

Cambiano e diventano più severe le regole europee per le emissioni di anidride carbonica dell’industria
[leggi tutto…]

Cipro, il fronte del mare. Così la corsa al gas accende incubi di guerra

Dalla scoperta del gas nel 2011 l’isola di Cipro è sempre di più il terreno di confronto tra sfidanti ben più potenti dei suoi residenti, divisi  da una linea di demarcazione da oltre cinquanta anni, turco-ciprioti e greco-
[leggi tutto…]