Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Russia-Ucraina, ancora nessun accordo sul transito di gas
23/01/2019 - Pubblicato in news internazionali

Nessuna decisione concreta ma l’impegno a continuare a lavorare per arrivare a un accordo prima della fine dell’anno, quando scadrà il contratto di transito del gas verso l’Europa. E’ l’esito della trilaterale tra Ue, Russia e Ucraina svoltasi ieri a Bruxelles, che ha visto la partecipazione tra gli altri del vice-presidente della Commissione Ue responsabile dell’Unione energetica, Maros Sefcovic, e del ministro degli Esteri Pavlo Klimkin con l’a.d. di Naftogaz per la parte Ucraina e del ministro dell’Energia Alexander Novak con il vice-presidente di Gazprom per quella russa. I negoziati sul transito di gas russo attraverso l’Ucraina, iniziati lo scorso luglio a livello tecnico, “devono essere ora affrontati a livello politico”. Sinora, “sono stati fatti progressi sul quadro legale, sulle tariffe e sull’unbundling del sistema di trasporto gas ucraino”, che “dovrebbe essere completato con successo entro la fine del 2019”. Secondo indiscrezioni, il responsabile dell’Unione energetica avrebbe proposto a Mosca e Kiev la firma di un contratto decennale con un volume minimo garantito di transito annuo di 60 miliardi di mc e ulteriori 30 mld mc/anno di flessibilità addizionale. Restano tuttavia le tensioni.

Fonte: Quotidiano Energia

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cioffi (Mise) al Consiglio Ue: “Serve una carbon tax”

“Se vogliamo essere competitivi forse dovremmo ricominciare a pensare a una carbon tax che ci permetta di avere una specificità dell’Europa rispetto ad altri Paesi”.
[leggi tutto…]

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]