Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Royalty gas, Mise: presentato il ricorso
21/09/2016 - Pubblicato in aspetti tecnici,news nazionali

Approda anche al Senato il caso delle royalty sulle produzioni nazionali di gas naturale. Un gruppo di senatori del Movimento Cinquestelle aveva presentato a metà luglio un'interrogazione indirizzata al ministro dello Sviluppo Economico per capire il livello di conoscenza del ministero sulla vicenda, gli effetti della sentenza del Tar sul gettito delle royalty e se il governo intende intraprendere iniziative come il giudizio in appello al Consiglio di Stato. Il sottosegretario per lo sviluppo economico Antonio Gentile ha risposto che il Ministero “ha già provveduto tempestivamente a presentare i ricorsi in appello al Consiglio di Stato, con istanza di sospensione dell'esecutività delle sentenze impugnate” dal momento che le compagnie petrolifere avrebbero potuto altrimenti chiedere già ora le restituzioni delle differenze di royalty allo Stato, alle Regioni e ai Comuni. Sull'impatto economico, il sottosegretario ha affermato che lo Stato dovrebbe restituire alle società circa 16,3 milioni di euro, mentre Regioni e Comuni rispettivamente 12,7 e 1,16 milioni per l'anno 2014. Allo stato attuale non è disponibile il dato sulle produzioni del 2015.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Energia, l’idrogeno al 13-14% nel mix europeo entro il 2050

Sullo sfondo c’è l’obiettivo di decarbonizzare l’economia europea, traguardo che verrà raggiunto anche tramite l’idrogeno, che dovrebbe crescere nel mix energetico fino al 13-14% da qui al 2050 puntando soprattutto su
[leggi tutto…]

Ad agosto arriva il gas in Puglia. Turisti sulle spiagge del Tap

Il metano che viene estratto dal Mar Caspio fino alla settimana scorsa arrivava sui monti del Pindo al confine tra la Grecia e l’Albania
[leggi tutto…]

Dalla lotta alle frodi al taglio dei sussidi

Lo chiamano “Pins”, Piano di politica economico-finanziaria per l'Innovazione e la sostenibilità, ed è la new entry annunciata nel Programma nazionale di riforma (Pnr), che servirà a organizzare tutti i piani preesist
[leggi tutto…]