Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Riyad si converte all’energia verde
20/04/2017 - Pubblicato in news internazionali

L'Arabia Saudita, primo produttore mondiale di petrolio, apre all'ecologia con l'intento di diversificare il proprio settore energetico. E ha fissato per sé l’obiettivo di produrre il 10% del proprio fabbisogno di elettricità dalle fonti rinnovabili entro il 2023; ma anche sviluppare, fabbricare e esportare tecnologie avanzate per la produzione di energia dal sole, dalla luce e dal vento. Il ministro saudita dell'energia, Khaled Al-Faleh, ha annunciato 30 progetti per una capacità complessiva di 10 mila megawatts (Mw). Una trasformazione profonda che richiederà un investimento stimato intorno ai 50 miliardi di dollari (47 miliardi di euro). Il ministro saudita ha lanciato il primo bando di gara per la realizzazione della prima centrale solare di 300 Mw e di un parco eolico di 400 Mw. La gara è aperta alle imprese straniere che potranno gestire e utilizzare i nuovi impianti.

Fonte: Italia Oggi – Giovanni Galli (pag. 12)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cioffi (Mise) al Consiglio Ue: “Serve una carbon tax”

“Se vogliamo essere competitivi forse dovremmo ricominciare a pensare a una carbon tax che ci permetta di avere una specificità dell’Europa rispetto ad altri Paesi”.
[leggi tutto…]

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]