Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa A rischio paralisi depositi di gas e trasporti via nave
19/11/2015 - Pubblicato in news nazionali

Per esempio, nel tentativo di promuovere una maggiore sostenibilità il Parlamento può rallentare, fino alla paralisi, le procedure di valutazione di impatto ambientale. Può frenare il ricorso al combustibile a basso impatto ambientale, il metano, a vantaggio di quelli più inquinanti. Può far crescere a dismisura il traffico di autocisterne sulle strade. il disegno di legge a tema ecologico che affianca la legge di Stabilità ora è tornato alla Camera per l'approvazione finale, suscitando non solo fra le imprese ma anche fra alcune primarie associazioni ambientaliste i brividi per le sviste anti-ecologiche che sembrano frutto di paure locali, leggende urbane e superstizioni. Un esempio: in Emilia si diffuse la diceria che uno stoccaggio di metano solamente progettato e mai realizzato nel Modenese avesse scatenato il terremoto del 2O12. In sostanza ciò che si teme maggiormente è una paralisi delle procedure di valutazione di impatto ambientale. Il tutto, pensando di tutelare l'ambiente.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Impresa e Territori

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]