Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Rischio energia, ma il mercato non si scalda
06/06/2017 - Pubblicato in news internazionali

La rottura delle relazioni tra Qatar da un lato e Arabia Saudita, Emirati Arabi ed Egitto dall’altro, ha a malapena smosso i mercati dell’energia. La mini impennata del greggio (+1,6%) durante la contrattazione asiatica si è riassorbita in fretta e il Brent ha addirittura chiuso in ribasso. In Asia il prezzo spot del Gnl è rimasto intorno a 5,40 dollari per milioni di British thermal units (mmBtu). La calma sui mercati è surreale anche perché Qatar è il primo fornitore di Gnl al mondo con esportazioni pari a 77,2 miliardi di tonnellate annue. Effetti sul mercato si riverserebbero anche sull’Italia che con 5,8 miliardi di metri cubi di gas vede il Qatar come terzo fornitore, dopo Russia e Algeria.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag. 5)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha re
[leggi tutto…]

Francia, gli oneri sulle bollette crescono dell’11%

Gli oneri per il “servizio pubblico energia” che gravano sulle bollette elettricità e gas dei consumatori francesi ammonteranno nel 2020 a 7.916 milioni di euro (+11% in più rispetto al 2018). E' quanto risulta dal calcolo p
[leggi tutto…]

Il gas torna più caro in Europa con la CO2

Sul principale hub nel Vecchio continente, il Ttf olandese, il gas è arrivato a 14 €/MWh sul mercato del giorno prima
[leggi tutto…]