Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Rischio energia, ma il mercato non si scalda
06/06/2017 - Pubblicato in news internazionali

La rottura delle relazioni tra Qatar da un lato e Arabia Saudita, Emirati Arabi ed Egitto dall’altro, ha a malapena smosso i mercati dell’energia. La mini impennata del greggio (+1,6%) durante la contrattazione asiatica si è riassorbita in fretta e il Brent ha addirittura chiuso in ribasso. In Asia il prezzo spot del Gnl è rimasto intorno a 5,40 dollari per milioni di British thermal units (mmBtu). La calma sui mercati è surreale anche perché Qatar è il primo fornitore di Gnl al mondo con esportazioni pari a 77,2 miliardi di tonnellate annue. Effetti sul mercato si riverserebbero anche sull’Italia che con 5,8 miliardi di metri cubi di gas vede il Qatar come terzo fornitore, dopo Russia e Algeria.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag. 5)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Energia, l’idrogeno al 13-14% nel mix europeo entro il 2050

Sullo sfondo c’è l’obiettivo di decarbonizzare l’economia europea, traguardo che verrà raggiunto anche tramite l’idrogeno, che dovrebbe crescere nel mix energetico fino al 13-14% da qui al 2050 puntando soprattutto su
[leggi tutto…]

Ad agosto arriva il gas in Puglia. Turisti sulle spiagge del Tap

Il metano che viene estratto dal Mar Caspio fino alla settimana scorsa arrivava sui monti del Pindo al confine tra la Grecia e l’Albania
[leggi tutto…]

Dalla lotta alle frodi al taglio dei sussidi

Lo chiamano “Pins”, Piano di politica economico-finanziaria per l'Innovazione e la sostenibilità, ed è la new entry annunciata nel Programma nazionale di riforma (Pnr), che servirà a organizzare tutti i piani preesist
[leggi tutto…]