Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Riparte alla grande la produzione statunitense di petrolio di scisto
20/02/2018 - Pubblicato in news internazionali

Il barile è tornato dalla fine di ottobre sopra i 60 dollari, i pozzi di petrolio di scisto sono tornati redditizi. E a differenza dei megaprogetti offshore o nelle regioni artiche, tra la prima trivellazione di un pozzo e l’entrata in produzione passano in media tra uno e tre mesi solamente. La produzione statunitense è ripartita dall’inizio dello scorso autunno. Tra settembre e novembre è aumentata di 846 mila barili al giorno. A questi ritmi la produzione di greggio degli Usa supererà ben presto quella dell’Arabia Saudita, nota l’Aie, l’Agenzia internazionale dell’energia. Entro la fine dell’anno gli Usa dovrebbero anche soppiantare la Russia e diventare numero uno mondiale. Un primato già conquistato se si considerano tutti gli oli, settore in cui gli Usa sono già numero uno da diversi anni.

Fonte: ItaliaOggi – red. (pag. 12)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Energia, l’idrogeno al 13-14% nel mix europeo entro il 2050

Sullo sfondo c’è l’obiettivo di decarbonizzare l’economia europea, traguardo che verrà raggiunto anche tramite l’idrogeno, che dovrebbe crescere nel mix energetico fino al 13-14% da qui al 2050 puntando soprattutto su
[leggi tutto…]

Ad agosto arriva il gas in Puglia. Turisti sulle spiagge del Tap

Il metano che viene estratto dal Mar Caspio fino alla settimana scorsa arrivava sui monti del Pindo al confine tra la Grecia e l’Albania
[leggi tutto…]

Dalla lotta alle frodi al taglio dei sussidi

Lo chiamano “Pins”, Piano di politica economico-finanziaria per l'Innovazione e la sostenibilità, ed è la new entry annunciata nel Programma nazionale di riforma (Pnr), che servirà a organizzare tutti i piani preesist
[leggi tutto…]