Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Riparte alla grande la produzione statunitense di petrolio di scisto
20/02/2018 - Pubblicato in news internazionali

Il barile è tornato dalla fine di ottobre sopra i 60 dollari, i pozzi di petrolio di scisto sono tornati redditizi. E a differenza dei megaprogetti offshore o nelle regioni artiche, tra la prima trivellazione di un pozzo e l’entrata in produzione passano in media tra uno e tre mesi solamente. La produzione statunitense è ripartita dall’inizio dello scorso autunno. Tra settembre e novembre è aumentata di 846 mila barili al giorno. A questi ritmi la produzione di greggio degli Usa supererà ben presto quella dell’Arabia Saudita, nota l’Aie, l’Agenzia internazionale dell’energia. Entro la fine dell’anno gli Usa dovrebbero anche soppiantare la Russia e diventare numero uno mondiale. Un primato già conquistato se si considerano tutti gli oli, settore in cui gli Usa sono già numero uno da diversi anni.

Fonte: ItaliaOggi – red. (pag. 12)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Affondo Usa sull’Iran, impennata del petrolio

L’amministrazione Trump sbarra del tutto i cancelli internazionali al petrolio dell’Iran, eliminando le deroghe che aveva finora concesso a otto paesi tra i quali l’Italia
[leggi tutto…]

Def, il giudizio di imprese e sindacati

È in chiaroscuro il giudizio delle categorie produttive sul Def, dopo il giro di audizioni di ieri presso le commissioni Bilancio di Camera e Senato. Gli industriali apprezzano i “due decreti approvati ma non ancora pubblicati (così de
[leggi tutto…]

Confindustria: Italia sia hub del gas. Crippa: supporto a chi si allinea al Pec

Si è svolto a Roma l'incontro tra il Comitato Energia di Confindustria e il sottosegretario allo Sviluppo economico Davide Crippa. Al centro del confronto, il Piano nazionale energia e clima e il ruolo strategico del gas naturale per la transi
[leggi tutto…]