Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il rincaro dell’energia spinge le fusioni
06/02/2018 - Pubblicato in news nazionali

A ottobre il tandem Edison-2i Rete Gas si è spartito gli asset italiani messi in vendita dalla spagnola Gas Natural, principalmente clienti e rete di distribuzione gas. A dicembre Fri-El ha chiuso l’Opa su Alerion, specializzata sull’eolico. E ora entra nel vivo l’asta indetta da Terra Firma per il maxi pacchetto fotovoltaico da oltre 330 MW controllato da Rtr. Il rinnovato fermento del mercato energetico italiano è dimostrato da queste tre operazioni. Sono tutti deal di grosse dimensioni che hanno permesso o permetteranno agli acquirenti di compiere salti dimensionali importanti a fronte di esborsi rilevanti. Settimana scorsa, 2i Rete Gas ha annunciato il closing della rete in Italia di Gas Natural per un enterprise value di 727 milioni di euro. Una maxi-acquisizione in cui la controllata di F2i ha battuto Italgas, che adesso è costretta a rincorrere con svariati ma piccoli deal a livello locali, anche perché le attese gare sugli ambiti gas stentano a partire.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza & Mercati – Cheo Condina (pag. 27)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]