Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Qatar, Descalzi in visita a Doha. Incontro con il presidente di Qatar Petroleum e l'emiro Al Thani
25/07/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

L'Amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, ha incontrato domenica scorsa a Doha Saad Sherida Alkaabi, Presidente e Chief Executive di Qatar Petroleum. E' quanto si legge in un comunicato di Eni. "Le parti hanno discusso vari aspetti dell'attuale e possibile futura cooperazione tra Qatar ed Eni nel settore dell'LNG e in generale nel settore petrolifero", sottolinea la nota. Nell'ambito della visita, Claudio Descalzi ha incontrato l'Emiro del Qatar Tamim bin Hamad Al Thani e il Ministro degli Esteri Mohammed bin Abdulrahman Al Thani. Il Qatar è il più grande produttore ed esportatore mondiale di gas naturale liquefatto (LNG): con una capacità di liquefazione di 77 milioni di tonnellate annue, nel 2016 ha assicurato il 30% del consumo mondiale di LNG. Eni ha da tempo un rapporto privilegiato con il Qatar, essendo uno dei principali clienti europei di LNG sulla base di un contratto di lunga durata. Il contratto qatarino si integra all'interno del portafoglio LNG di Eni, assieme ad una quota crescente di produzione propria proveniente dai progetti upstream di tutto il mondo. Il Qatar è stato messo sotto embargo dall'Arabia Saudita e altri paesi del Medio Oriente dal mese di giugno scorso.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]