Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Produzione Opec da primato. Riad taglia i prezzi del greggio
01/07/2016 - Pubblicato in news internazionali

La produzione di petrolio dell’Opec è salita queste mese ai massimi storici e, nel nuovo listino per agosto diffuso ieri, l’Arabia Saudita ha tagliato i prezzi del suo greggio. La battaglia per la conquista dei mercati, avviata qualche anno fa dall’Organizzazione degli esportatori di petrolio, potrebbe quindi non essere finita, nonostante i proclami del nuovo ministro saudita dell’Energia Khalid Al Falih. Le giustificazioni per la mancata ‘retrocessione’ sono varie: nel continente i margini di lavorazione delle raffinerie si sono ridotti e molti impianti stanno per andare in manutenzione, per cui stimolare la domanda non guasta. Anche per l’andamento della produzione di greggio non sembra esserci un cambiamenti né da parte dell’Arabia Saudita né da parte di altri Paesi dell’Opec: solo il Venezuela e l’Iraq hanno mostrato un arretramento, e certamente non per scelta.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e Mercati - Sissi Bellomo (pag. 36)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ceer-Acer, le raccomandazioni per la nuova legislazione gas

Aggiornare la legislazione e la regolazione comunitaria sul gas per facilitare la decarbonizzazione del settore energetico, promuovere un mercato interno dell’energia competitivo e massimizzare le opportunità del sector coupling
[leggi tutto…]

Green new deal, la Speranza per il futuro

La Banca europea per gli investimenti ha approvato la nuova politica per l’energia.
[leggi tutto…]

Primato mondiale per petrolio e gas

Gli Stati Uniti sono diventati il più grande produttore di petrolio al mondo, oltre che di gas naturale
[leggi tutto…]