Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Prezzi record per il gas. È lite tra Russia e Ucraina
02/03/2018 - Pubblicato in news internazionali

Non poteva esserci momento peggiore per una nuova disputa sul gas tra Russia e Ucraina. Con i mercati dell’energia impazziti per il freddo intenso, che rende difficile soddisfare la domanda, bisognerà fare i conti con anche questo imprevisto. Gazprom ieri ha fermato le forniture a Kiev. La decisione segue una sentenza della Corte arbitrale di Stoccolma che ha dato ragione all’ucraina Naftogaz in una causa relativa al transito di gas, riconoscendole danni per 4,6 miliardi di dollari. A Gazprom, in credito con Kiev per forniture erogate tra il 2014 e il 2016 è stato concesso di pagare solo 2,56 miliardi. Ma il colosso russo ha reagito male: in attesa di un accordo condiviso sui diritti di transito, ha interrotto le consegne di gas, restituendo a Kiev il denaro già versato per marzo. Naftogaz, che avrebbe dovuto ricevere 18-20 milioni di mc al giorno, minaccia nuove richieste di danni. In teoria il gas russo dovrebbe continuare a raggiungere gli altri clienti. In Italia per il momento non si segnalano riduzioni dei flussi.

Fonte: Il Sole 24 Ore Finanza & Mercati – Sissi Bellomo (pag. 32)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]

Le emissioni non aumentano anche se l’economia è cresciuta: ecco perché è una buona notizia

Contrariamente alle attese, nel 2019 le emissioni mondiali di CO2 – il principale dei gas serra responsabili del riscaldamento globale- non sono aumentate
[leggi tutto…]

Chi vince e chi perde con il Green New Deal

New Green Deal. Sbagliare una mossa potrebbe costare salato
[leggi tutto…]