Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Dai prezzi all’idrogeno, i nodi da sciogliere per rafforzare il sistema
27/12/2019 - Pubblicato in news nazionali

L’Italia, grazie alla geografia, ha una vocazione naturale a fare interconnessioni nell’energia. Con 75 miliardi di metri cubi consumati nel 2019 è il secondo mercato del gas in Europa dopo la Germania, volume importato per lo più dall’estero attraverso il sistema più diversificato nel continente. Per fare un hub del gas solido, occorre un abbondante ed efficiente sistema di stoccaggio, e l’Italia ne ha uno tra i più grandi. In sostanza le condizioni esistono da tempo, tuttavia nonostante la presenza di condizioni favorevoli l’hub italiano è ancora indietro rispetto ai concorrenti più sviluppati. Il prezzo italiano, Psv, è strutturalmente più alto di 2€ per megawattora rispetto Ttf, scarto pagato dai consumatori finali. A giudicare dall’abbondanza di capacità e della numerosità di forniture, i prezzi italiani dovrebbero essere non solo uguali, ma addirittura inferiori a quelli del Nord Europa. Quello che manca è una maggior facilità nel trovare partite sul mercato spot. Non aiuta che la gran parte della capacità è impegnata da contratti a lungo termine e che la produzione interna è in calo. Guardando al futuro le due sfide de sistema gas italiano sono quella di catturare il transito delle enormi riserve scoperte nel Mediterraneo e quella di contribuire alla decarbonizzazione. Il sistema Italia è pronto per la rivoluzione.  

Fonte: Il Sole 24 Ore – Davide Tabarelli (pag. 9)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

L’ok USA a Nord Stream 2. Merkel: mano tesa a Putin

La prima tappa del viaggio europeo del Segretario di Stato americano Anthony Blinken a Berlino potrebbe coincidere con una svolta nei rapporti tra UE e Russia.
[leggi tutto…]

Eni, nuova scoperta nel Mare del Nord

Eni centra un altro traguardo in Norvegia dove ieri ha annunciato una nuova scoperta a olio e gas nel Marte del Nord Meridionale
[leggi tutto…]

Volete le emissioni zero? Triplicate il verde

Gli investimenti nell’energia cresceranno del 10% quest’anno, fino a 1900 miliardi di dollari, recuperando la maggior parte del crollo dell’anno scorso causato dalla pandemia
[leggi tutto…]