Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa I prezzi della CO2 alle stelle: pericoli per famiglie e imprese
17/05/2021 - Pubblicato in news internazionali

Il mercato europeo dell’energia elettrica oggi è caratterizzato da un tale squilibrio da rendere inevitabile un amaro rincaro della bolletta. A lanciare l’allarme è il manager di un consorzio del Nord Italia che non nasconde la sua preoccupazione su come reagiranno imprese e consumatori nei mesi a venire, quando si dovrà fare i conti con un aumento dei prezzi di fornitura dell’energia elettrica. Si parla di aumenti di almeno del 10%. Il problema è rappresentato dalla corsa dei prezzi delle emissioni di CO2, che in soli 6 mesi hanno segnato un aumento del 100%, passando da 25 euro a 55 euro la tonnellata. Il mercato delle emissioni di CO2 è letteralmente impazzito, continua il manager, e questa dinamica avrà un impatto anche sui costi di produzione dell’elettricità. Recentemente la Commissione ambiente dell’Europarlamento ha approvato l’accordo sulla legge UE per il clima che rende legalmente vincolanti gli obiettivi del taglio del 55% delle emissioni entro il 2030 e della neutralità climatica entro il 2050. Il problema è che la continua aspettativa di un calo dell’offerta di emissioni sta provocando un notevole aumento dei prezzi, al punto da attirare anche il mondo della finanza, alimentando così la spirale rialzista. Insomma, a compromettere il fine certamente nobile della riduzione dell’inquinamento ci sta pensando proprio l’eccesso di zelo di cui sembra ammantarsi l’UE nella corsa al verde. Non solo: vari esponenti comunitari negli ultimi mesi hanno regolarmente alzato l’asticella degli obiettivi di riduzione di CO2, amplificando il rialzo del prezzo. Secondo la società di ricerca Oeko, il prezzo minimo delle emissioni dovrebbe già attestarsi attorno ai 50 euro per poi salire fino a 65 euro entro il 2030, per favorire un veloce processo di de-carbonizzazione.

Fonte: Il Fatto Quotidiano – Gianclaudio Torlizzi – (pag. 10)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Idrogeno, piano da 3,19 miliardi su più livelli

Il sogno dell’idrogeno inizia a diventare realtà con il PNRR che delinea il percorso di sviluppo del settore in Italia lungo quattro direttrici
[leggi tutto…]

Transitgas, Eni offre capacità per l'anno termico 2021-22

Eni SpA offrirà capacità di trasporto gas dalla Francia all'Italia attraverso il gasdotto svizzero Transitgas dal 1 ottobre 2021 al 1 ottobre 2022 attraverso aste a turno unico secondo la regola del prezzo marginale.
[leggi tutto…]

UE, prossima settimana via libera ai primi Pnrr

Già la prossima settimana la Commissione europea avvierà l'approvazione dei primi piani nazionali per l'adozione da parte del Consiglio
[leggi tutto…]