Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Posizioni rialziste da primato sul Brent
17/04/2018 - Pubblicato in news internazionali

L’esposizione al rialzo degli speculatori sul Brent non è mai stata così alta dal 2011, quando sono iniziate le statistiche: le posizioni lunghe nette dei fondi sono salite la settimana scorsa a 632 milioni di barili, con un rapporto di 20:1 tra “lunghi” e “corti”. Le quotazioni del barile, che la settimana scorsa sono salite di quasi il 10%, ai massimi da oltre tre anni, ieri hanno comunque fatto un passo indietro. Il riferimento europeo ha chiuso a 71,42 $ (-1,6%), mentre il Wti ha concluso a 66,22 $ (-1,7%).

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza&Mercati – Red. (pag. 30)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Marcegaglia: “Greta o Trump, diffidiamo degli estremismi”

Il problema della transizione energetica va affrontato con pragmatismo dal momento che il mondo ancora si basa per l’60% sulle fonti fossili e in cui la domanda di energia è proiettata in aumento del 25% al 2030, quando la popolazione sar&agr
[leggi tutto…]

Libia, resta forte la morsa di Haftar sui pozzi petroliferi

Continua, anche dopo Berlino, il gioco al rialzo del generale Haftar che non allenta la presa su porti e produzione di petrolio
[leggi tutto…]

Crisi energetica in caso di stop a investimenti nelle fossili

Anche se finanza, industria e governi promettono di fare passi in avanti sul tema della sostenibilità, gli ambientalisti esigono impegni ben più radicali
[leggi tutto…]