Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Da politica e clima i rischi per la ripresa
05/02/2020 - Pubblicato in news internazionali

Secondo il rapporto 2020 Coface, presentato ieri, l’economia resta dominata da incertezze ora esacerbate dall’epidemia del coronavirus e rimarrà debole. Soprattutto in Italia dove, spiega la società francese di assicurazione e credito all’export, “la crescita, come di consueto, brillerà per la sua assenza”. Le previsioni economiche di Coface non sono brillanti: l’accordo Usa-Cina non sarà sufficiente a ridurre le tensioni commerciali, anche perché “la maggior parte del protezionismo – ha spiegato il capo economista julien Marcilly – viene da altri Paesi”. A preoccupare Coface è però soprattutto il rischio sociale e quello geopolitico, che aumenta la volatilità delle materie prime: “Dell’agroalimentare, del petrolio e dei metalli”. Non meno importanti i rischi ambientali. Coface ricorda il possibile aumento delle catastrofi naturali e maggiori “rischi di transizione” verso regolamentazioni più rigide, soprattutto nel trasporto marittimo, nell’automotive, nella chimica, nelle costruzioni, nell’energia e nel tessile.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Riccardo Sorrentino (pag. 18)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

L’Asia è senza gas l’Europa si salva l’Italia ringrazia il Tap

Non c’è mica stato solo il Covid: a luglio ondata di caldo in Asia che fa crescere la domanda di energia per il condizionamento; a settembre un uragano in Camerun, uno dei maggiori produttori di gas, rallenta la produzione di Gnl che alimenta
[leggi tutto…]

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]