Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Da politica e clima i rischi per la ripresa
05/02/2020 - Pubblicato in news internazionali

Secondo il rapporto 2020 Coface, presentato ieri, l’economia resta dominata da incertezze ora esacerbate dall’epidemia del coronavirus e rimarrà debole. Soprattutto in Italia dove, spiega la società francese di assicurazione e credito all’export, “la crescita, come di consueto, brillerà per la sua assenza”. Le previsioni economiche di Coface non sono brillanti: l’accordo Usa-Cina non sarà sufficiente a ridurre le tensioni commerciali, anche perché “la maggior parte del protezionismo – ha spiegato il capo economista julien Marcilly – viene da altri Paesi”. A preoccupare Coface è però soprattutto il rischio sociale e quello geopolitico, che aumenta la volatilità delle materie prime: “Dell’agroalimentare, del petrolio e dei metalli”. Non meno importanti i rischi ambientali. Coface ricorda il possibile aumento delle catastrofi naturali e maggiori “rischi di transizione” verso regolamentazioni più rigide, soprattutto nel trasporto marittimo, nell’automotive, nella chimica, nelle costruzioni, nell’energia e nel tessile.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Riccardo Sorrentino (pag. 18)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Petrolio, i Paesi del G7 chiedono la fine della guerra dei prezzi

Preoccupati per la discesa del prezzo del petrolio, ma soprattutto per la guerra dei prezzi in corso, i Paesi del G/ hanno rivolto un appello ai maggiori Paesi produttori “per cercare di aiutare gli sforzi per mantenere la stabilità economica
[leggi tutto…]

Snam guarda agli Emirati e valuta il dossier Adnoc

I piani di crescita di Snam potrebbero condurla sino in Medio Oriente
[leggi tutto…]

Il crac dello shale oil minaccia il mercato corporate mondiale

E’ nelle pianure del Texas la miccia che potrebbe far esplodere la bomba del debito corporate
[leggi tutto…]