Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa La più grande sfida del premier è l’accesso alla Banca nazionale
01/04/2016 - Pubblicato in news internazionali

La crisi in Libia, con lo scontro tra il governo riconosciuto dalla comunità internazionale e quello insediato a Tripoli, si gioca anche intorno a partite economiche fondamentali. In particolare il premier legittimo Serraj, arrivato a Tripoli, ha fatto sapere che il processo per unificare sotto una sola sovranità le istituzioni nazionali, tra cui la Banca centrale e la National Oil Company, è già iniziato. E’ un passaggio fondamentale per la stremata economia libica. Il Consiglio presidenziale guidato da Serraj sta lavorando per avere al proprio fianco le guardie petrolifere che controllano le installazioni nell’est della Libia.

Fonte: La Stampa – Rolla Scolari (pag. 12)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Petrolio, nuovo rialzo sull’escalation di tensioni Usa-Iran

La decisione della Casa Bianca sul mancato rinnovo delle esenzioni per poter importare greggio dall’Iran ha avviato una spirale di tensione in grado di dare una nuova spinta ad un rally nelle quotazioni dell’oro nero.
[leggi tutto…]

Affondo Usa sull’Iran, impennata del petrolio

L’amministrazione Trump sbarra del tutto i cancelli internazionali al petrolio dell’Iran, eliminando le deroghe che aveva finora concesso a otto paesi tra i quali l’Italia
[leggi tutto…]

Def, il giudizio di imprese e sindacati

È in chiaroscuro il giudizio delle categorie produttive sul Def, dopo il giro di audizioni di ieri presso le commissioni Bilancio di Camera e Senato. Gli industriali apprezzano i “due decreti approvati ma non ancora pubblicati (così de
[leggi tutto…]