Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il Piano energetico punta ad azzerare il gap del prezzo del gas
02/03/2017 - Pubblicato in news nazionali

Governo al lavoro sulla nuova Strategia energetica nazionale (Sen). Il percorso è iniziato con una doppia audizione alla Camera del Ministro dello Sviluppo economico Calenda e del Ministro dell’Ambiente Galletti. I ministri hanno chiarito i tre obiettivi da centrare: la riduzione del gap di costo dell’energia allineandosi ai prezzi Ue; il rispetto dei target ambientali clima-energia fissati a livello Ue al 2030; il miglioramento della sicurezza di approvvigionamento. Il ministro Calenda è anche tornato sulla questione dei costi di sbilanciamento riconosciuti agli operatori, innescando una polemica con il regolatore. Calenda ha chiamato in causa Autorità dell’Energia e Antitrust per la lunghezza delle istruttorie con chiusura attesa per il 30 maggio. Ad aprile dovrebbe essere avviata la consultazione pubblica su un testo completo. La strategia italiana va inquadrata in un contesto di rilevanti cambiamenti dei trend energetici globali a partire dal contenimento della crescita dei consumi che nel periodo 2015-2030 è stimata nel 18% contro il 36% registrato nel 2000-2015.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Impresa & territori –C.Fo (pag. 13)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Petrolio, nuovo rialzo sull’escalation di tensioni Usa-Iran

La decisione della Casa Bianca sul mancato rinnovo delle esenzioni per poter importare greggio dall’Iran ha avviato una spirale di tensione in grado di dare una nuova spinta ad un rally nelle quotazioni dell’oro nero.
[leggi tutto…]

Affondo Usa sull’Iran, impennata del petrolio

L’amministrazione Trump sbarra del tutto i cancelli internazionali al petrolio dell’Iran, eliminando le deroghe che aveva finora concesso a otto paesi tra i quali l’Italia
[leggi tutto…]

Def, il giudizio di imprese e sindacati

È in chiaroscuro il giudizio delle categorie produttive sul Def, dopo il giro di audizioni di ieri presso le commissioni Bilancio di Camera e Senato. Gli industriali apprezzano i “due decreti approvati ma non ancora pubblicati (così de
[leggi tutto…]