Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Più petrolio da Libia e Russia
22/09/2016 - Pubblicato in news internazionali

Più petrolio è in arrivo dalla Libia, dalla Russia e anche dagli Stati Uniti. Ma le quotazioni del barile sono comunque rimbalzate, grazie a un nuovo calo delle scorte americane e al risveglio di qualche aspettativa sugli incontri Opec-Russia della prossima settimana: il Brent ha chiuso a 46,83 $ (+2,1%), il Wti a 45,34 $ (+2,9%). Lo sviluppo più suggestivo è il faccia faccia tra Arabia Saudita e Iran, che fonti Bloomberg rivelano si sia svolto ieri in segreto nel quartier generale viennese dell’Opec: un elemento in più, ad alimentare la possibilità di una qualche forma di accordo ad Algeri.

Fonte: Il Sole 24Ore, Finanza&Mercati – Sissi Bellomo (pag. 36)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Snam, il core business spinge utile e marginalità

Sfruttando la positiva performance del business del trasporto gas e il mix di efficientamento della gestione operativa e ottimizzazione della struttura finanziaria, Snam ha i principali indicatori in crescita e con una netta accelerazione
[leggi tutto…]

Ruolo del gas cruciale per ridurre lo spread di prezzo con l’Europa

La transizione verso un’economia a ridotte emissioni è un’opportunità enorme per l’Italia a patto che il governo valorizzi il primato nazionale nell’uso del gas
[leggi tutto…]

Il Pniec alla prova della sostenibilità: le audizioni di Cib e Assocarta

Ieri si sono svolte in commissione Attività produttive le audizioni di Cib e Assocarta sul Pniec.
[leggi tutto…]