Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il petrolio Usa si spinge fino ad Abu Dhabi
08/02/2018 - Pubblicato in news internazionali

Il petrolio americano è sbarcato negli Emirati arabi uniti. L’episodio, davvero eccezionale, è emerso dalle statistiche dello Us Census Bureau, che nel mese di dicembre hanno evidenziato l’esportazione verso il Paese Opec di un carico di 700mila barili di condensati “made in Usa”. Gli Emirati esstraggono oltre 3 milioni di barili di greggio al giorno ed esportano circa due terzi della loro produzione. Per esigenze di raffinazione hanno tuttavia bisogno di acquistare greggi leggeri all’estero e l’embargo contro il Qatar li ha privati del fornitore abituale. La consegna di petrolio agli Emirati è un simbolo della potenza energetica conquistata dagli Stati Uniti dello shale. L’esuberanza dello shale oil preoccupa sempre di più il mercato, anche perché le scorte Usa stanno risalendo.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Sissi Bellomo (pag. 30)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ceer-Acer, le raccomandazioni per la nuova legislazione gas

Aggiornare la legislazione e la regolazione comunitaria sul gas per facilitare la decarbonizzazione del settore energetico, promuovere un mercato interno dell’energia competitivo e massimizzare le opportunità del sector coupling
[leggi tutto…]

Green new deal, la Speranza per il futuro

La Banca europea per gli investimenti ha approvato la nuova politica per l’energia.
[leggi tutto…]

Primato mondiale per petrolio e gas

Gli Stati Uniti sono diventati il più grande produttore di petrolio al mondo, oltre che di gas naturale
[leggi tutto…]