Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Nel petrolio gli Usa ai massimi dagli Anni 70
02/06/2018 - Pubblicato in news internazionali

La produzione americana di petrolio tocca i 10 milioni e 474 mila barili al giorno, come non succedeva dagli Anni 70. Il numero è stato diffuso dalla Us Energy Information Administration e si riferisce al marzo; ma vista la tendenza alla crescita che si consolida da diversi mesi, è verosimile che al momento gli Usa siano già andati ben oltre, e secondo gli analisti entro la fine del 2018 raggiungeranno gli 11 milioni di barili al giorno. Così scavalcheranno la Russia come primo produttore mondiale. Questa crescita è promossa dallo “shale oil”, il petrolio non convenzionale. Comunque il mondo sembra in grado di assorbire questo flusso extra: la domanda globale cresce mentre il Venezuela e Iran escono dal mercato, come conferma la Total che proprio ieri ha rinunciato (per ragioni politiche) a un gigantesco investimento petrolifero in Iran.

Fonte: La Stampa – Luigi Grassia (pag. 22)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Crisi energetica in caso di stop a investimenti nelle fossili

Anche se finanza, industria e governi promettono di fare passi in avanti sul tema della sostenibilità, gli ambientalisti esigono impegni ben più radicali
[leggi tutto…]

Tremila metri sotto i mari in cerca di petrolio

L’azienda petrolifera francese Total inizierà entro la fine del mese di gennaio la perforazione del più profondo pozzo di greggio al mondo sotto il livello del mare
[leggi tutto…]

Il gas, economico e green, affossa il carbone

In nome dell’ambiente, ma anche dell’economia. Il ruolo del carbone nella generazione elettrica sta tramontando a una velocità senza precedenti in Europa
[leggi tutto…]