Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, al tavolo di Vienna metà dell’offerta mondiale
06/12/2016 - Pubblicato in news internazionali

Paesi responsabili di oltre metà dell’offerta mondiale di petrolio potrebbero ritrovarsi intorno a un tavolo sabato per discutere di tagli alla produzione. Il segretario generale dell’Opec, Mohammed Barkindo, afferma di aver invitato a Vienna ben 14 paesi esterni all’Organizzazione degli esportatori di greggio. Tra questi ci sono parecchi pesi massimi: a parte la Russia - che a novembre ha estratto la bellezza di 11,2 milioni di barili al giorno - hanno già confermato la presenza anche il Messico, forte di 2,1 mbg, l’Azerbaijan (oltre 859mila bg) e l’Oman (1 mbg). Il sultanato ha anche già anticipato la disponibilità a ridurre l’output, così come ha fatto Mosca, che almeno a parole promette di sacrificare 300mila bg, metà dell’obiettivo di tagli non Opec. Tra i grandi produttori invitati ci sono anche il Kazakhstan e il Bahrein. Barkindo sottolinea comunque che «sarà la prima volta che Opec e non Opec prenderanno una decisione congiunta e vincolante per amministrare l’offerta» . Tuttora sono soltanto parole. Ma un tale dispiego di energie ha ulteriormente incoraggiato il mercato: il Brent ieri ha sfondato al rialzo anche la soglia dei 55 dollari al barile, record da 16 mesi, anche se ha poi chiuso leggermente sotto, a 54,94 $ (+0,9%).

Fonte: Il Sole 24Ore, Finanza&mercati – Sissi Bellomo (pag. 34)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Elettricità e gas, i numeri UE sul primo trimestre

La combinazione delle misure di confinamento per la pandemia e di condizioni meteorologiche insolitamente buone ha determinato un'estrema volatilità nel primo trimestre 2020 sui mercati europei dell'energia
[leggi tutto…]

Energia, l’idrogeno al 13-14% nel mix europeo entro il 2050

Sullo sfondo c’è l’obiettivo di decarbonizzare l’economia europea, traguardo che verrà raggiunto anche tramite l’idrogeno, che dovrebbe crescere nel mix energetico fino al 13-14% da qui al 2050 puntando soprattutto su
[leggi tutto…]

Ad agosto arriva il gas in Puglia. Turisti sulle spiagge del Tap

Il metano che viene estratto dal Mar Caspio fino alla settimana scorsa arrivava sui monti del Pindo al confine tra la Grecia e l’Albania
[leggi tutto…]