Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, al tavolo di Vienna metà dell’offerta mondiale
06/12/2016 - Pubblicato in news internazionali

Paesi responsabili di oltre metà dell’offerta mondiale di petrolio potrebbero ritrovarsi intorno a un tavolo sabato per discutere di tagli alla produzione. Il segretario generale dell’Opec, Mohammed Barkindo, afferma di aver invitato a Vienna ben 14 paesi esterni all’Organizzazione degli esportatori di greggio. Tra questi ci sono parecchi pesi massimi: a parte la Russia - che a novembre ha estratto la bellezza di 11,2 milioni di barili al giorno - hanno già confermato la presenza anche il Messico, forte di 2,1 mbg, l’Azerbaijan (oltre 859mila bg) e l’Oman (1 mbg). Il sultanato ha anche già anticipato la disponibilità a ridurre l’output, così come ha fatto Mosca, che almeno a parole promette di sacrificare 300mila bg, metà dell’obiettivo di tagli non Opec. Tra i grandi produttori invitati ci sono anche il Kazakhstan e il Bahrein. Barkindo sottolinea comunque che «sarà la prima volta che Opec e non Opec prenderanno una decisione congiunta e vincolante per amministrare l’offerta» . Tuttora sono soltanto parole. Ma un tale dispiego di energie ha ulteriormente incoraggiato il mercato: il Brent ieri ha sfondato al rialzo anche la soglia dei 55 dollari al barile, record da 16 mesi, anche se ha poi chiuso leggermente sotto, a 54,94 $ (+0,9%).

Fonte: Il Sole 24Ore, Finanza&mercati – Sissi Bellomo (pag. 34)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]