Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, i tagli non bastano e i prezzi calano
04/05/2017 - Pubblicato in news internazionali

Nel novembre scorso i prezzi del greggio viaggiavano attorno ai 44 dollari/barile. È necessario un compromesso tra i paese produttori per evitare di toccare al ribasso di nuovo quei livelli. Ad oggi i tagli previsti sono stati rispettati sia dai paesi Opec sia dai non-Opec: non più di 32,5 milioni di barili/giorno. Però il Brent è tornato verso i 51 dollari e il greggio americano attorno ai 48 dollari. Il prossimo 25 maggio ci sarà una nuova riunione dell’Opec; argomenti all’ordine del giorno: il rallentamento della domanda, la crescita delle rinnovabili, il fenomeno dell’auto elettrica. Il nuovo obiettivo diventa quello di creare un eccesso di domanda.

Fonte: La Repubblica, Economia – Luca Pagni (pag. 24)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Sussidi ambientali, fra tagli e retromarce tutte le voci sotto tiro

In queste settimane il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato di voler rincarare l’accisa del gasolio per modificare il prezzo e rendere il diesel più costoso della benzina, perché ritenuto un sussidio dannoso per l&
[leggi tutto…]

Industria ceramica in allarme: <<Arrivano costi folli per la CO2>>

Cambiano e diventano più severe le regole europee per le emissioni di anidride carbonica dell’industria
[leggi tutto…]

Cipro, il fronte del mare. Così la corsa al gas accende incubi di guerra

Dalla scoperta del gas nel 2011 l’isola di Cipro è sempre di più il terreno di confronto tra sfidanti ben più potenti dei suoi residenti, divisi  da una linea di demarcazione da oltre cinquanta anni, turco-ciprioti e greco-
[leggi tutto…]