Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, svolta vicina: oggi mini-vertice tra Paesi Opec e non-Opec
12/10/2016 - Pubblicato in news internazionali

L’appuntamento è per oggi a Istanbul. Alle 13 ora italiana un gruppo di produttori di petrolio, Opec e non, si riunirà intorno a un tavolo, dove potrebbe trovare un accordo se non per tagliare, quanto meno per limitare le estrazioni per un periodo di sei mesi, prorogabile. A margine del World Energy Congress, nella capitale turca, le trattative stanno procedendo velocemente, anche se non senza intoppi. Tanto velocemente, che il mercato non riesce a starvi dietro. Le quotazioni del greggio, che lunedì erano volate ai massimi da un anno sulle aperture di Putin a una collaborazione Russia-Opec, ieri hanno ceduto ai realizzi, chiudendo in ribasso di oltre l’1%, con il Brent a 52,41 $ e il Wti a 50,79. Gli operatori erano tornati a focalizzarsi sulle difficoltà nella realizzazione dei piani dell’Opec, dopo che Igor Sechin, figura tra le più influenti in Russia e ceo del colosso petrolifero Rosneft, si era mostrato recalcitrante a partecipare a tagli di produzione: «Perché dovremmo?», aveva replicato, interpellato dalla Reuters. La sua posizione stavolta ha sollevato imbarazzo al Cremlino, tanto da costringere la compagnia petrolifera - responsabile del 40% della produzione di greggio in Russia - a una sorta di smentita: Rosneft «ovviamente» si adeguerà ai piani, ha precisato un portavoce. «Se la Russia si assume la responsabilità di limitare l’output, Rosneft troverà il modo la possibilità di adempiere ai suoi obblighi». Oggi anche la Russia parteciperà al mini-vertice di Istanbul. Tra i produttori non Opec dovrebbero inoltre esserci Azerbaijan e Messico. Poco nutrita la rappresentanza dell’Opec: diversi membri chiave dell’Organizzazione, tra cui Iran e Iraq, non sono infatti presenti a Istanbul. E anche il ministro saudita Khalid Al Falih ha detto che non ci sarà, in quanto «putroppo costretto a partire, per impegni presi in precedenza».

Fonte: Il Sole 24Ore – Sissi Bellomo (pag. 8)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]

Gas, l'Egitto lancia la sfida

Eni e Shell hanno affermato apertamente che l'Egitto è l'opzione più economica per portare sul mercato le gigantesche riserve di gas del Mediterraneo orientale, un'opzione preferibile al progetto di maxigasdotto Cipro-Grecia E
[leggi tutto…]

Eni avanza ancora nel gas libico

La spagnola Repsol è stata costretta a dichiarare lo stato di forza maggiore per il suo giacimento di Sharara.
[leggi tutto…]