Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, Stati Uniti più lontani dal sogno dell’indipendenza
24/03/2016 - Pubblicato in news internazionali

Gli Stati Uniti sono tornati ad importare petrolio ai ritmi del 2013 e ne esportano meno dell’anno scorso, quando le vendite all’estero non erano ancora state liberalizzato. Una situazione paradossale, che contribuisce a mantenere sotto pressione il prezzo del barile. Le scorte Usa, da tempo a livelli record, continuano infatti ad aumentare, nonostante la produzione di shale oil sia finalmente in calo. Sono fenomeni legati a distorsioni di prezzo, ma così le scorte non riescono a scendere.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Sissi Bellomo (pag. 42)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ruolo del gas cruciale per ridurre lo spread di prezzo con l’Europa

La transizione verso un’economia a ridotte emissioni è un’opportunità enorme per l’Italia a patto che il governo valorizzi il primato nazionale nell’uso del gas
[leggi tutto…]

Il Pniec alla prova della sostenibilità: le audizioni di Cib e Assocarta

Ieri si sono svolte in commissione Attività produttive le audizioni di Cib e Assocarta sul Pniec.
[leggi tutto…]

Gas, ancora fumata nera tra Mosca e Kiev

Ancora un nulla di fatto tra Russia e Ucraina nel nuovo trilaterale con la Ue su un nuovo contratto di transito del gas russo verso l'Europa
[leggi tutto…]