Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il petrolio si spinge al record da tre anni
11/04/2018 - Pubblicato in news internazionali

Le quotazioni del petrolio hanno ripreso a correre, guadagnando oltre il 5% nelle ultime due sedute e spingendosi al record da tre anni: il Brent ieri ha chiuso a 71,04 $/barile, salendo subito dopo la fine della seduta a 71,34$/barile, livello che non toccava da dicembre 2014. Il Wti ha invece chiuso a 65,51$. L’umore sui mercati finanziari è tornato positivo grazie al tono conciliatori di un discorso del presidente Xi che ha allontanato il timore di una guerra commerciale con gli Usa. Ad alimentare gli acquisti sul petrolio è anche un recente cambio di strategia da parte dell’Arabia Saudita, che ha provocato forti reazioni. Saudi Aramco ha alzato a sorpresa i prezzi di listo del suo greggio per le consegne di maggio in Asia: una variazione del cosiddetto Official selling price che è apparsa arbitraria e non in linea con le metodologie di calcolo impiegate dalla compagnia.

Fonte: Il Sole 24 Ore Finanza&Mercati – Sissi Bellomo (pag. 28)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Libia, resta forte la morsa di Haftar sui pozzi petroliferi

Continua, anche dopo Berlino, il gioco al rialzo del generale Haftar che non allenta la presa su porti e produzione di petrolio
[leggi tutto…]

Crisi energetica in caso di stop a investimenti nelle fossili

Anche se finanza, industria e governi promettono di fare passi in avanti sul tema della sostenibilità, gli ambientalisti esigono impegni ben più radicali
[leggi tutto…]

Tremila metri sotto i mari in cerca di petrolio

L’azienda petrolifera francese Total inizierà entro la fine del mese di gennaio la perforazione del più profondo pozzo di greggio al mondo sotto il livello del mare
[leggi tutto…]