Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, scorte galleggianti in forte calo
11/11/2017 - Pubblicato in news internazionali

Arabia Saudita, Venezuela, Iraq, Iran. Le tensioni geopolitiche che sono tornate in primo piano sui mercati petroliferi. Ma ad alimentare il rally del barile ci sono anche i capitali speculativi – che potrebbero fare dietrofront dopo il vertice Opec, il cui esito ormai quasi scontato – e i fondamentali: il calo delle scorte in primo luogo, che col passare del tempo sta guadagnando forza e evidenza. Le cosiddette scorte galleggianti calano rapidamente. Anche l’Europa grazie all’arbitraggio di prezzo favorevole – ha attirato barili dagli Usa. E la forza della domanda non è bastata a riassorbirli del tutto.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Sissi Bellomo (pag. 29)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Petrolio, i Paesi del G7 chiedono la fine della guerra dei prezzi

Preoccupati per la discesa del prezzo del petrolio, ma soprattutto per la guerra dei prezzi in corso, i Paesi del G/ hanno rivolto un appello ai maggiori Paesi produttori “per cercare di aiutare gli sforzi per mantenere la stabilità economica
[leggi tutto…]

Snam guarda agli Emirati e valuta il dossier Adnoc

I piani di crescita di Snam potrebbero condurla sino in Medio Oriente
[leggi tutto…]

Il crac dello shale oil minaccia il mercato corporate mondiale

E’ nelle pianure del Texas la miccia che potrebbe far esplodere la bomba del debito corporate
[leggi tutto…]