Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il petrolio rimbalza, Brent oltre 48$
13/07/2016 - Pubblicato in news internazionali,stoccaggi

 

Il petrolio si è preso una rivincita ieri chiudendo la seduta con un rialzo superiore al 4% dopo essere scivolato ai minimi negli ultimi due mesi: il Brent è tornato a 48,47 dollari. Ma le nubi all’orizzonte non sono scomparse ed anzi, tra gli operatori, regna l’idea che la domanda petrolifera stia rallentando la corsa mentre la produzione – per non parlare delle scorte tuttora immense – non cala abbastanza in fretta da rassicurare su un prossimo riequilibrio del mercato. Tra i fattori che hanno preso il sopravvento ieri, molti sono di tipo tecnico. Ad esempio l’allarme geopolitico che si è sollevato sulla disputa territoriale del mare cinese del Sud e con il verdetto dell’Aia che ha dato ragione alle Filippine ma che la Cina ha contestato. L’area è cruciale per i trasporti marittimi e i costi potrebbero pertanto salire in caso di escalation della tensione nella zona. Intanto L’Arabia Saudita ha comunicato all’Opec di aver aumentato la produzione a 10,6 milioni di barili al gg in giugno, barili extra che verosimilmente serviranno a fronteggiare i consumi delle centrali elettriche locali che con il caldo estivo si impennano.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag. 3)

 

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Def, il giudizio di imprese e sindacati

È in chiaroscuro il giudizio delle categorie produttive sul Def, dopo il giro di audizioni di ieri presso le commissioni Bilancio di Camera e Senato. Gli industriali apprezzano i “due decreti approvati ma non ancora pubblicati (così de
[leggi tutto…]

Confindustria: Italia sia hub del gas. Crippa: supporto a chi si allinea al Pec

Si è svolto a Roma l'incontro tra il Comitato Energia di Confindustria e il sottosegretario allo Sviluppo economico Davide Crippa. Al centro del confronto, il Piano nazionale energia e clima e il ruolo strategico del gas naturale per la transi
[leggi tutto…]

Doppia Commessa per Saipem

Saipem si è aggiudicata nuovi contratti nel drilling offshore in Norvegia e in Medio Oriente per un totale di oltre 200 milioni di dollari.
[leggi tutto…]