Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, l’Opec valuta un altro taglio
25/08/2017 - Pubblicato in news internazionali

Restano aperte tutte le opzioni per il petrolio, compresa l’estensione dei tagli alla produzione per il primo trimestre del 2018 con i paesi Opec che si incontreranno nuovamente il prossimo 30 novembre. Finora si è lasciata ai ministri competenti per stato il compito di comunicare le soluzioni che sarebbero state adottate. A favore dei tagli il ministro dell’Angola Jose Botelho de Vasconcelos, per portare il costo del greggio sopra i 50 dollari/barile. Nel maggio scorso l’Opec aveva deciso di tagliare la produzione mondiale di 1,8 milioni di barili/giorno per altri nove mesi. I prezzi del greggio sono calati del 5% da inizio anno, quando i tagli sono entrati in vigore e ireri trattavano a 52,26 dollari il Brent e a 47,84 dollari il Wti.

Fonte: ItaliaOggi – red. (pag. 18)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Libia, resta forte la morsa di Haftar sui pozzi petroliferi

Continua, anche dopo Berlino, il gioco al rialzo del generale Haftar che non allenta la presa su porti e produzione di petrolio
[leggi tutto…]

Crisi energetica in caso di stop a investimenti nelle fossili

Anche se finanza, industria e governi promettono di fare passi in avanti sul tema della sostenibilità, gli ambientalisti esigono impegni ben più radicali
[leggi tutto…]

Tremila metri sotto i mari in cerca di petrolio

L’azienda petrolifera francese Total inizierà entro la fine del mese di gennaio la perforazione del più profondo pozzo di greggio al mondo sotto il livello del mare
[leggi tutto…]