Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, sull’Opec torna l’incubo delle scorte
18/03/2017 - Pubblicato in news internazionali

Le scorte di petrolifere hanno ricominciato a salire ovunque. L’Arabia Saudita, il più potente e influente tra i Paesi Opec, ha ormai segnato il cammino per i prossimi mesi: al vertice del 25 maggio bisognerà sancire una proroga dei tagli produttivi. L’alternativa è che il gruppo si spacchi, dando il via ad una nuova guerra dei prezzi, potenzialmente ancora più spietata di quella che si è appena conclusa. Il ministro del Petrolio dell’Arabia Saudita dichiara a BloombergTv che i ragli proseguiranno “se le scorte saranno ancora sopra la media degli ultimi cinque anni”. La riduzione delle scorte petrolifere è sempre stata indicata come lo scopo primario dell’azione dell’Opec e dei suoi alleati. Ma Al Falih non aveva mai preso posizione in modo così netto sul tema. L’obiettivo di ricondurre le scorte a livelli accettabili sembra però impossibile da centrare in brevi tempi.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza & mercati – Sissi Bellomo (pag. 31)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Sussidi ambientali, fra tagli e retromarce tutte le voci sotto tiro

In queste settimane il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato di voler rincarare l’accisa del gasolio per modificare il prezzo e rendere il diesel più costoso della benzina, perché ritenuto un sussidio dannoso per l&
[leggi tutto…]

Industria ceramica in allarme: <<Arrivano costi folli per la CO2>>

Cambiano e diventano più severe le regole europee per le emissioni di anidride carbonica dell’industria
[leggi tutto…]

Cipro, il fronte del mare. Così la corsa al gas accende incubi di guerra

Dalla scoperta del gas nel 2011 l’isola di Cipro è sempre di più il terreno di confronto tra sfidanti ben più potenti dei suoi residenti, divisi  da una linea di demarcazione da oltre cinquanta anni, turco-ciprioti e greco-
[leggi tutto…]