Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, Opec scettica sui tagli di produzione promessi dagli alleati
15/12/2016 - Pubblicato in news internazionali,stoccaggi

Sul taglio della produzione di petrolio l’Opec non si fida fino in fondo delle promesse della Russia e degli altri dieci paesi esterni al gruppo che hanno promesso un contributo. Nel primo rapporto di previsione pubblicato dopo gli accordi di Vienna, l’Organizzazione degli esportatori di greggio continua ad aspettarsi estrazioni in aumento nel 2017 sia da parte di Mosca, la sua principale alleata, che del Kazakhstan. E avverte che i tagli di cui si è direttamente presa carico «non saranno sufficienti da soli ad eliminare del tutto l’eccesso di scorte». La conclusione suona come un appello alla lealtà: «Questo chiaramente enfatizza l’importanza del contributo dei produttori non Opec all’aggiustamento a supporto del ribilanciamento del mercato». Rispetto alla media degli ultimi 5 anni, ragionano gli economisti dell’Opec, ci sono 300 milioni di barili di scorte di troppo. Per toglierli di mezzo sarebbe necessario creare un deficit di offerta di 800mila barili al giorno, ma i soli tagli Opec - se prorogati per tutto l’anno - farebbero calare le scorte di appena 100mila bg in media nel corso del 2017.

Fonte: Il Sole 24Ore, Finanza&mercati – Sissi Bellomo (pag. 44)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]