Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, Opec e Russia lavorano ad accordi di 10-20 anni sui tagli
28/03/2018 - Pubblicato in news internazionali

Opec e Russia progettano una nuova alleanza che permetta di governare l’offerta di petrolio per decenni, senza bisogno di riscrivere ogni volta da zero gli accordi sui tagli produttivi. Bin Salman delinea il futuro dell’Opec Plus, la coalizione di 24 paesi che da gennaio 2017 sta riducendo in modo concertato le forniture di greggio. L’obiettivo del progetto è quello di costituire un vero e proprio cartello, considerato che i Paesi oggi alleati nei tagli controllano circa metà dell’offerta mondiale di greggio. Trump, durante la propria campagna elettorale, aveva ripetuto più volte che si sarebbe battuto per l’indipendenza energetica dai cartelli petrolio. Grazie allo shale oil gli Usa non dipendono più come un tempo dalle forniture straniere di petrolio.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza&Mercati – Sissi Bellomo (pag. 30)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Idrogeno verde, per la competitività servono 150 mld $ in 10 anni

L'idrogeno verde, prodotto per elettrolisi dall'acqua attraverso elettricità da fonte rinnovabile, è una strada promettente, ma per renderlo economicamente sostenibile – con un costo di un dollaro al kg – servono incent
[leggi tutto…]

Snam, dal Golfo alla Cina

Due anni fa Snam si è aggiudicata la gara per la privatizzazione di Desfa, la società dei gasdotti in Grecia
[leggi tutto…]

Petrolio, i Paesi del G7 chiedono la fine della guerra dei prezzi

Preoccupati per la discesa del prezzo del petrolio, ma soprattutto per la guerra dei prezzi in corso, i Paesi del G/ hanno rivolto un appello ai maggiori Paesi produttori “per cercare di aiutare gli sforzi per mantenere la stabilità economica
[leggi tutto…]