Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, Opec e Russia lavorano ad accordi di 10-20 anni sui tagli
28/03/2018 - Pubblicato in news internazionali

Opec e Russia progettano una nuova alleanza che permetta di governare l’offerta di petrolio per decenni, senza bisogno di riscrivere ogni volta da zero gli accordi sui tagli produttivi. Bin Salman delinea il futuro dell’Opec Plus, la coalizione di 24 paesi che da gennaio 2017 sta riducendo in modo concertato le forniture di greggio. L’obiettivo del progetto è quello di costituire un vero e proprio cartello, considerato che i Paesi oggi alleati nei tagli controllano circa metà dell’offerta mondiale di greggio. Trump, durante la propria campagna elettorale, aveva ripetuto più volte che si sarebbe battuto per l’indipendenza energetica dai cartelli petrolio. Grazie allo shale oil gli Usa non dipendono più come un tempo dalle forniture straniere di petrolio.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza&Mercati – Sissi Bellomo (pag. 30)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Marcegaglia: “Greta o Trump, diffidiamo degli estremismi”

Il problema della transizione energetica va affrontato con pragmatismo dal momento che il mondo ancora si basa per l’60% sulle fonti fossili e in cui la domanda di energia è proiettata in aumento del 25% al 2030, quando la popolazione sar&agr
[leggi tutto…]

Libia, resta forte la morsa di Haftar sui pozzi petroliferi

Continua, anche dopo Berlino, il gioco al rialzo del generale Haftar che non allenta la presa su porti e produzione di petrolio
[leggi tutto…]

Crisi energetica in caso di stop a investimenti nelle fossili

Anche se finanza, industria e governi promettono di fare passi in avanti sul tema della sostenibilità, gli ambientalisti esigono impegni ben più radicali
[leggi tutto…]