Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, l’Opec aspetta la Russia per trovare un accordo sui tagli
07/12/2018 - Pubblicato in news internazionali

Mentre l’Opec è in crisi e non riesce a trovare un accordo sui tagli di produzione, gli Usa hanno raggiunto un record storico: esportare più petrolio e prodotti raffinati di quanti ne abbia importati. A Vienna l’Organizzazione degli esportatori di greggio è stata costretta a rimandare la conferenza stampa organizzata per rendere noti i risultati del vertice, relativamente a taglio della produzione. L’evento è piuttosto raro e non accadeva da decenni: il petrolio sta crollando a picco, analogamente all’ultima crisi del 1986, ricordata dai delegati più anziani, dove i negoziati durarono 17 giorni. Il petrolio sta andando a picco anche per un effetto di un surplus creato, soprattutto, ma non solo dagli Usa. Oggi l’Opec ha l’obiettivo di comunicare una decisione insieme alla Russia e agli altri alleati non Opec. Tra gli scogli su cui si è arenata la discussione, c’è anche quello del contributo ai tagli da parte della Russia: per motivi tecnici, ha ricordato Novak, le compagnie russe non possono ridurre l’output immediatamente.  

Fonte:  Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag. 23)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]