Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, nuovo studio assegna agli Usa la palma delle riserve
05/07/2016 - Pubblicato in news internazionali

Nel loro territorio gli Stati Uniti custodiscono più petrolio di quanto non ne rimanga in Arabia Saudita o in Russia. A sostenerlo è il nuovo studio sull’entità delle riserve, che promette di far discutere. Anche perché afferma che il greggio ancora recuperabile ne pianeta non ci basterà per soddisfare il fabbisogno di un parco auto che nei prossimi trent’anni potrebbe raddoppiare a 2 miliardi di veicoli. Ad assegnare agli Usa il primato delle riserve petrolifere sono i ricercatori della norvegese Rystad Energy, una società che ha costruito una banca dati relativa a 60mila giacimenti e che viene considerata molto autorevole nel settore.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Sissi Bellomo (pag.31)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Libia, resta forte la morsa di Haftar sui pozzi petroliferi

Continua, anche dopo Berlino, il gioco al rialzo del generale Haftar che non allenta la presa su porti e produzione di petrolio
[leggi tutto…]

Crisi energetica in caso di stop a investimenti nelle fossili

Anche se finanza, industria e governi promettono di fare passi in avanti sul tema della sostenibilità, gli ambientalisti esigono impegni ben più radicali
[leggi tutto…]

Tremila metri sotto i mari in cerca di petrolio

L’azienda petrolifera francese Total inizierà entro la fine del mese di gennaio la perforazione del più profondo pozzo di greggio al mondo sotto il livello del mare
[leggi tutto…]