Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il petrolio naviga a vista
20/10/2015 - Pubblicato in news internazionali

Mercoledì a Vienna è in programma un incontro tecnico per uno scambio di vedute a porte chiuse sulla proposta del Venezuela mirata a far risalire il prezzo del petrolio. Un incontro, a cui sono stati invitati anche 8 paesi non Opec, che punterebbe a ridurre il tetto produttivo che oggi supera i 31 milioni di barili/giorno al fine di riportare il prezzo prima a 70 e poi a 100 dollari. Trovare una quadra su una proposta del genere non è tuttavia facile. L'Iraq non vuole saperne di parlare di quote anche perché la sua produzione, nonostante l'Isis, continua a risalire avendo raggiunto in settembre già 4,3 milioni di barili/giorno, l'Iran dal canto suo non fa mistero di voler sfruttare la fine delle sanzioni per tornare a superare quota 4 milioni (oggi è ancora sotto i 3) e quanto all'Arabia Saudita, il più importante paese esportatore continua a viaggiare sopra i 10 milioni nonostante i morsi del basso prezzo del petrolio si stiano facendo sentire anche sulle sue finanze e sul suo sistema economico.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]