Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il petrolio naviga a vista
20/10/2015 - Pubblicato in news internazionali

Mercoledì a Vienna è in programma un incontro tecnico per uno scambio di vedute a porte chiuse sulla proposta del Venezuela mirata a far risalire il prezzo del petrolio. Un incontro, a cui sono stati invitati anche 8 paesi non Opec, che punterebbe a ridurre il tetto produttivo che oggi supera i 31 milioni di barili/giorno al fine di riportare il prezzo prima a 70 e poi a 100 dollari. Trovare una quadra su una proposta del genere non è tuttavia facile. L'Iraq non vuole saperne di parlare di quote anche perché la sua produzione, nonostante l'Isis, continua a risalire avendo raggiunto in settembre già 4,3 milioni di barili/giorno, l'Iran dal canto suo non fa mistero di voler sfruttare la fine delle sanzioni per tornare a superare quota 4 milioni (oggi è ancora sotto i 3) e quanto all'Arabia Saudita, il più importante paese esportatore continua a viaggiare sopra i 10 milioni nonostante i morsi del basso prezzo del petrolio si stiano facendo sentire anche sulle sue finanze e sul suo sistema economico.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Elettricità e gas, i numeri UE sul primo trimestre

La combinazione delle misure di confinamento per la pandemia e di condizioni meteorologiche insolitamente buone ha determinato un'estrema volatilità nel primo trimestre 2020 sui mercati europei dell'energia
[leggi tutto…]

Energia, l’idrogeno al 13-14% nel mix europeo entro il 2050

Sullo sfondo c’è l’obiettivo di decarbonizzare l’economia europea, traguardo che verrà raggiunto anche tramite l’idrogeno, che dovrebbe crescere nel mix energetico fino al 13-14% da qui al 2050 puntando soprattutto su
[leggi tutto…]

Ad agosto arriva il gas in Puglia. Turisti sulle spiagge del Tap

Il metano che viene estratto dal Mar Caspio fino alla settimana scorsa arrivava sui monti del Pindo al confine tra la Grecia e l’Albania
[leggi tutto…]