Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, nel mare del Nord le scorte iniziano a calare
20/08/2016 - Pubblicato in news internazionali

Il Brent è passato, nel giro di poche settimane, da una condizione di bear market a quella di bull market: nel mare del Nord infatti gli stoccaggi galleggianti - quelli custoditi a bordo di petroliere - hanno iniziato a ridursi. Il fattore risponde anche a fattori contingenti, come ad esempio la chiusura a breve per manutenzione del giacimento di Buzzard, motivo per cui, verosimilmente, i raffinatori si stanno approvvigionando in vista di possibili rincari. Il mercato petrolifero è comunque ancora lontano dall’aver risolto il problema delle immense giacenze accumulate negli ultimi anni e, anche il surplus di offerta, stenta a ridursi. Secondo Amirta Sen di Energy Aspects, la riduzione delle scorte è dovuta in parte alla diminuzione della fornitura della Nigeria e all’aumento della domanda in Asia. La settimana appena conclusa è stata la migliore da aprile, con un rialzo dell’8%.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag. 25)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Energia, tlc, logistica. La riscossa italiana può iniziare dalle reti

Le reti sono state le grandi protagoniste di questa prima fase di emergenza, dimostrando una notevole “resilienza”
[leggi tutto…]

Rally del petrolio con ipotesi tagli

Il mercato del petrolio è forse vicino a una svolta. Arabia Saudita e Stati Uniti hanno aperto la porta alla possibilità di tagli alla produzione, anche di grande entit
[leggi tutto…]

Forniture gas, la Polonia vince l’arbitrato con la Russia

Al termine di una disputa legale durata cinque anni, il Tribunale arbitrale di Stoccolma ha accolto le tesi della polacca Pgnig, che nel 2015 aveva presentato ricorso contro Gazprom per i termini di prezzo del contratto di fornitura gas di lungo-termine f
[leggi tutto…]