Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il petrolio italiano verso il raddoppio. Boom di royalties
16/01/2018 - Pubblicato in news nazionali

Torna a salire la produzione di Petrolio in Basilicata e traina quella nazionale. Nel 2017 in Italia sono stati estratti 4,1 milioni di tonnellate di greggio, 2,9 dei quali arrivano dalla Basilicata. Complice l’aumento del prezzo del greggio, si può guardare con ottimismo al futuro con volumi ed entrate economiche che al 2019 potrebbero addirittura raddoppiare rispetto allo scorso anno. Secondo le previsioni di Nomisma Energia, sulla base dei dati del MiSe, potremmo trovarci davanti a un picco di 7,5 milioni di tonnellate di petrolio estratti, 6,4 dei quali nella sola Basilicata. Determinante l’andamento della produzione di idrocarburi lucano dove le continue fermate e riprese dell’attività estrattiva nel giacimento dell’Eni di Val d’Agri sono costati molto cari in termini di barili prodotti ed entrate economiche. Con il riavvio a pieno regime di fine anno, la produzione lucana nel 2017 è tornata a salire con un +28%, rispetto al 2016, ma che si avvia verso una crescita del 53% nel 2018. Ipotizzando un trend di recupero del prezzo moderato in linea con quanto accaduto di recente, il barile dovrebbe tornare a 75 dollari nel 2018 e a 85 dollari nel 2019, facendo lievitare le entrate totali per il Paese e la Basilicata.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Impresa & Territori (pag. 14)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]