Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, l’Iran apre a trattative con l’Opec ma pone condizioni
07/09/2016 - Pubblicato in news internazionali

Dopo il patto sul petrolio sottoscritto da Arabia Saudita e Russia, la risposta dell’Iran non si è fatta attendere. E anche se come sempre il suo messaggio non è cristallino, oggi sembra esserci meno ambiguità rispetto al passato e forse persino un’apertura alla possibilità di accordi con gli altri produttori, anche se il mercato continua a non fidarsi: il Brent ha chiuso in ribasso dello 0,8% a 47,26 dollari al barile. Da Teheran è arrivato in realtà un mosaico di dichiarazioni, con la tessera principale fornita dal presidente Hassan Rouhani in persona: “l’Iran ha sofferto molto durante le sanzioni” e adesso considera” vitale recuperare la produzione perduta”, ha mandato a dire attraverso un comunicato dell’Opec. Più significative sono tuttavia le parole affidate all’agenzia di stampa statale Irna. “Speriamo che alla luce della prudenza, della cooperazione e del coordinamento tra i membri dell’Opec il mercato del petrolio si stabilizzerà su prezzi equi. Oggi tutti dovrebbero perseguire un singolo scopo e cioè assicurare un mercato in equilibrio e una quota produttiva equa per tutti i membri”.

Fonte: Il Sole 24Ore – Sissi Bellomo (pag. 26)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]