Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, export Usa da primato ma l’Opec non ha perso la partita
25/02/2017 - Pubblicato in news internazionali

Gli Stati Uniti hanno esportato 1,2 milioni di barili di petrolio al giorno la settimana scorsa, e le estrazioni sono tornate a 9 milioni di barili al giorno, al massimo da aprile dell’anno scorso. Oltre Oceano anche le trivelle continuano a moltiplicarsi (+5% secondo le statistiche diffuse ieri da Baker Hughes). Nonostante tutto le quotazioni del barile non stanno soffrendo: giovedì il Wti ha chiuso ai massimi da quasi due anni (54,45%) e rimane intorno a 54 dollari. La volatilità si p molto ridotta dall’inizio dell’anno e gli hedge funds sono convintamente rialzisti, con un’esposizione netta lunga da primato. Tagliando la produzione il greggio, il gruppo Opec si proponeva di abbassare il livello delle scorte. E queste si stanno in effetti riducendo, persino negli Usa. Il mercato sembra oramai indirizzato verso la situazione di backwardation.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Sissi Bellomo (pag. 28)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Rally del petrolio con ipotesi tagli

Il mercato del petrolio è forse vicino a una svolta. Arabia Saudita e Stati Uniti hanno aperto la porta alla possibilità di tagli alla produzione, anche di grande entit
[leggi tutto…]

Forniture gas, la Polonia vince l’arbitrato con la Russia

Al termine di una disputa legale durata cinque anni, il Tribunale arbitrale di Stoccolma ha accolto le tesi della polacca Pgnig, che nel 2015 aveva presentato ricorso contro Gazprom per i termini di prezzo del contratto di fornitura gas di lungo-termine f
[leggi tutto…]

Idrogeno verde, per la competitività servono 150 mld $ in 10 anni

L'idrogeno verde, prodotto per elettrolisi dall'acqua attraverso elettricità da fonte rinnovabile, è una strada promettente, ma per renderlo economicamente sostenibile – con un costo di un dollaro al kg – servono incent
[leggi tutto…]