Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, export Usa da primato ma l’Opec non ha perso la partita
25/02/2017 - Pubblicato in news internazionali

Gli Stati Uniti hanno esportato 1,2 milioni di barili di petrolio al giorno la settimana scorsa, e le estrazioni sono tornate a 9 milioni di barili al giorno, al massimo da aprile dell’anno scorso. Oltre Oceano anche le trivelle continuano a moltiplicarsi (+5% secondo le statistiche diffuse ieri da Baker Hughes). Nonostante tutto le quotazioni del barile non stanno soffrendo: giovedì il Wti ha chiuso ai massimi da quasi due anni (54,45%) e rimane intorno a 54 dollari. La volatilità si p molto ridotta dall’inizio dell’anno e gli hedge funds sono convintamente rialzisti, con un’esposizione netta lunga da primato. Tagliando la produzione il greggio, il gruppo Opec si proponeva di abbassare il livello delle scorte. E queste si stanno in effetti riducendo, persino negli Usa. Il mercato sembra oramai indirizzato verso la situazione di backwardation.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Sissi Bellomo (pag. 28)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]