Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio congelato per 6 mesi
18/10/2016 - Pubblicato in news internazionali

Il periodo più efficace per un congelamento della produzione petrolifera è quello di sei mesi, con possibilità di proroga: lo ha dichiarato il ministro dell’energia russo, Aleksandr Novak, aggiungendo che Mosca conta sul fatto che “tutte le compagnie petrolifere russe vi parteciperanno”. Nella seconda metà di ottobre si riunirà il gruppo di lavoro Russia- Arabia Saudita, istituito nell’ambito dell’accordo per stabilizzare il mercato. Il mese prossimo, poi, si riunirà la commissione intergovernativa e il 30 novembre a Vienna è prevista la riunione ufficiale dei paesi Opec, alla quale dovrebbero partecipare anche i paesi che non fanno parte del cartello, tra cui la Russia.

Fonte: Italia Oggi – Red. (pag. 23)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Petrolio in ripresa, ma tra Riad e Mosca l’alleanza è a rischio

L’asse petrolifero tra Russia e Arabia Saudita inizia a scricchiolare
[leggi tutto…]

Cioffi (Mise) al Consiglio Ue: “Serve una carbon tax”

“Se vogliamo essere competitivi forse dovremmo ricominciare a pensare a una carbon tax che ci permetta di avere una specificità dell’Europa rispetto ad altri Paesi”.
[leggi tutto…]

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]