Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, il calo delle scorte Usa non sostiene le quotazioni
23/06/2016 - Pubblicato in news internazionali

Le scorte Usa di greggio calano meno del previsto, mentre crescono gli stock di benzine e distillati. Questi dati, rilasciati dall’Eia ieri pomeriggio sono stati accolti da una serie di ribassi del petrolio, con il Brent, che dopo aver toccato un picco di 51,24 dollari al barile (anche sulla scia di un allentamento dei timori su una vittoria del referendum per l’uscita della Gran Bretagna dalla Ue), ha innescato la retro per scivolare verso la soglia dei 49,60 dollari, circa il 2% in meno della seduta precedente, per poi chiudere a 49,88. E ribassi analoghi hanno interessato il nordamericano Wti, sceso sotto quota 49 dollari.  Le scorte Usa di greggio sono scese, per la quinta settimana di fila, di poco meno di un milione di barili contro previsioni di calo anche di 5 milioni di barili.

Fonte: Il Sole 24Ore – Balduino Ceppetelli (pag. 36)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Crisi energetica in caso di stop a investimenti nelle fossili

Anche se finanza, industria e governi promettono di fare passi in avanti sul tema della sostenibilità, gli ambientalisti esigono impegni ben più radicali
[leggi tutto…]

Tremila metri sotto i mari in cerca di petrolio

L’azienda petrolifera francese Total inizierà entro la fine del mese di gennaio la perforazione del più profondo pozzo di greggio al mondo sotto il livello del mare
[leggi tutto…]

Il gas, economico e green, affossa il carbone

In nome dell’ambiente, ma anche dell’economia. Il ruolo del carbone nella generazione elettrica sta tramontando a una velocità senza precedenti in Europa
[leggi tutto…]