Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il petrolio Brent vola di nuovo a quota 80 dollari al barile
13/09/2018 - Pubblicato in news internazionali

Il petrolio è di nuovo lanciato a livelli record. Per la seconda volta quest’anno il Brent ha superato nel corso della seduta la soglia di 80 dollari al barile, sui massimi dal 2014, mentre il Wti si è spinto sopra 71 dollari. La corsa è alimentata dalla speculazione ma ci sono anche motivi fondamentali: negli Usa è massima allerta per l’uragano Florence e c’è il tema Iran. L’export da Teheran crolla e le forniture alternative da Opec e Russia tardano.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag. 16)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Libia, resta forte la morsa di Haftar sui pozzi petroliferi

Continua, anche dopo Berlino, il gioco al rialzo del generale Haftar che non allenta la presa su porti e produzione di petrolio
[leggi tutto…]

Crisi energetica in caso di stop a investimenti nelle fossili

Anche se finanza, industria e governi promettono di fare passi in avanti sul tema della sostenibilità, gli ambientalisti esigono impegni ben più radicali
[leggi tutto…]

Tremila metri sotto i mari in cerca di petrolio

L’azienda petrolifera francese Total inizierà entro la fine del mese di gennaio la perforazione del più profondo pozzo di greggio al mondo sotto il livello del mare
[leggi tutto…]