Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il petrolio Brent crolla dell’8%. Aie: il surplus torna a crescere
10/02/2016 - Pubblicato in news internazionali

La produzione di petrolio scende troppo lentamente e la domanda non corre più come prima. Risultato: le scorte invece che ridursi continuano a salire, addirittura riaccelerando il passo, e il prezzo del barile è condannato a restare sotto pressione. È questa la diagnosi impietosa dell’Agenzia internazionale dell’energia (Aie), che definisce «una falsa schiarita» la recente ripresa delle quotazioni sul mercato. L’Aie stessa è molto pessimista: nella prima metà dell’anno il surplus di petrolio si avvia ad essere di 1,75 milioni di barili al giorno, più degli 1,5 mbg che si aspettava un mese fa. «Con il mercato che è già sommerso di greggio - afferma - non si vede come i prezzi possano salire significativamente nel breve periodo. In queste condizioni è anzi aumentato il rischio di ribassi».

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Sissi Bellomo (pag. 30)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Marcegaglia: “Greta o Trump, diffidiamo degli estremismi”

Il problema della transizione energetica va affrontato con pragmatismo dal momento che il mondo ancora si basa per l’60% sulle fonti fossili e in cui la domanda di energia è proiettata in aumento del 25% al 2030, quando la popolazione sar&agr
[leggi tutto…]

Libia, resta forte la morsa di Haftar sui pozzi petroliferi

Continua, anche dopo Berlino, il gioco al rialzo del generale Haftar che non allenta la presa su porti e produzione di petrolio
[leggi tutto…]

Crisi energetica in caso di stop a investimenti nelle fossili

Anche se finanza, industria e governi promettono di fare passi in avanti sul tema della sostenibilità, gli ambientalisti esigono impegni ben più radicali
[leggi tutto…]