Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, l’ “annus horribilis” dei produttori
31/12/2015 - Pubblicato in news internazionali

Il prezzo del greggio alla chiusura annuale del 2015 ha raggiunto i livelli minimi di undici anni fa, con il brent a quota 36,60 dollari ed il Wti a 36,70 dollari al barile. La forte crescita dello shale oil americano e le politiche dell’Opec imposte dall’Arabia Saudita hanno infatti prodotto la presente situazione, nella quale la domanda non tiene il passo dell’offerta e i prezzi sono in caduta libera.

Fonte: Il Sole 24 ore, Mercati globali – Roberto Bongiorni (pag. 2)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Carbone auf Wiedersehen, svolta verde in Germania

L’offensiva del Green Deal tedesco passa per un superamento del carbone, con la chiusura entro il 2038 delle centrali alimentate da questo combustibile altamente inquinante
[leggi tutto…]

La Turchia di Erdogan lancia la sfida a Eni in Libia

Il presidente turco Erdogan ha annunciato che quest’anno avvierà attività di esplorazione e perforazione nel Mediterraneo nelle zone inquadrate dall’accordo sulla demarcazione dei confini marittimi con la Libia
[leggi tutto…]

Transizione e gas, affare in commissione Industria Senato

La commissione Industria del Senato avvierà a breve un “affare assegnato” sulla transizione energetica e il ruolo del gas e delle altre fonti
[leggi tutto…]