Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio ancora nel vortice della volatilità
03/09/2015 - Pubblicato in news internazionali

C'è un nervosismo crescente sul mercato del petrolio. Un nervosismo che non riguarda solo gli speculatori, che aprono e chiudono freneticamente posizioni, provocando oscillazioni record dei prezzi, ma anche i produttori. A un anno dal crollo del barile, il braccio di ferro tra Opec e shale oil non ha un vincitore. E rischia di fare solo sconfitti. L’agitazione più visibile è quella dei trader, che ad ogni barlume di notizia relativa al petrolio rispondono ormai con raffiche di ordini, in acquisto oppure in vendita, con una volubilità che si traduce in strappi violenti e livelli di volatilità che non si vedevano da un quarto di secolo.

Fonte: Il Sole 24 ore – Sissi Bellomo (pag. 2)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]

Sanzioni Usa e caso Navalny, Nord Stream 2 torna nel mirino

Doppio attacco al Cremlino, nel pomeriggio di ieri. Il primo è partito dalla Casa Bianca nelle ultimissime ore dell’amministrazione Trump, che ha sganciato il suo siluro finale sul Nord Stream 2
[leggi tutto…]