Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, ancora tensione sui prezzi del barile

Sembra essere tornata la calma sui mercati petroliferi, con i prezzi del barile, che dopo aver guadagnato fino al 20% sulla scia dell’accordo Opec sui tagli produttivi, sono apparsi in leggero calo per la seconda giornata di fila. Il Brent infatti ieri è stato scambiato anche sotto i 53 dollari, oltre l’1,5% in meno di martedì; cedimenti leggermente più marcati per il Wti, tornato sotto la soglia dei 50 dollari. E questo nonostante la flessione - superiore alle attese – registrata dalle scorte Usa, scese secondo le stime dell’Eia (Energy information administration) di 2,4 milioni di barili (-1 milioni le previsioni degli analisti privati). Il calo infatti è stato compensato dal balzo degli stock di benzine, saliti di 3,425 milioni di unità, dopo il +2,097 milioni di barili dei sette giorni precedenti (+1,7 milioni di barili la stima del mercato).

Fonte: Il Sole 24 Ore – Finanza&Mercati – Balduino Ceppetelli (pag. 30)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]