Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, l’allarme scorte ora riguarda l’Europa
30/06/2015 - Pubblicato in news internazionali

I serbatoi di stoccaggio hanno iniziato a svuotarsi in Europa. Nell’area di Amsterdam, Rotterdam e Anversa (Ara), il principale hub degli scambi petroliferi del Vecchio continente, le giacenze sono oggi ai massimi da almeno due anni, a livelli che iniziano a sollevare il timore che lo spazio possa esaurirsi. In un mercato tuttora inondato di greggio, con un’offerta che supera la domanda di oltre 2 milioni di barili al giorno e la possibile risalita a breve delle esportazioni dall’Iran, la situazione rappresenta un ulteriore, potenziale fattore ribassista per il prezzo del barile, che negli ultimi giorni ha già ripreso a indebolirsi. Accelerando la discesa in reazione al rischio Grexit, che ha indebolito l’euro e indotto gli investitori a una fuga dal rischio, Brent e Wti ieri hanno perso oltre il 2%, fino a un minimo rispettivamente di 61,35 e 58,04 $/barile.

Fonte: Il Sole 24 Ore Finanza & Mercati 

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]