Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, l’affondo dell’Opec sui tagli alla produzione
09/08/2017 - Pubblicato in news internazionali

L’Opec non riesce a “mettere in riga” Iraq, Emirati Arabi Uniti, Kazakhstan e Malaysia. I primi due, membri dell’Opec, non hanno ridotto a sufficienza le estrazioni, gli altri le hanno addirittura aumentati, in sfregio agli impegni assunti nel dicembre 2016. L’Iraq da sempre riluttante agli accordi, si è lamentato anche del metodo scelto, contestando la scelta delle stime di fonti terze come riferimento per i tagli.

Fonte: Il Sole 24 Ore Finanza & Mercati – Sissi Bellomo (pag. 23)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ceer-Acer, le raccomandazioni per la nuova legislazione gas

Aggiornare la legislazione e la regolazione comunitaria sul gas per facilitare la decarbonizzazione del settore energetico, promuovere un mercato interno dell’energia competitivo e massimizzare le opportunità del sector coupling
[leggi tutto…]

Green new deal, la Speranza per il futuro

La Banca europea per gli investimenti ha approvato la nuova politica per l’energia.
[leggi tutto…]

Primato mondiale per petrolio e gas

Gli Stati Uniti sono diventati il più grande produttore di petrolio al mondo, oltre che di gas naturale
[leggi tutto…]